Equitalia

Sommario


Area riservata

Per un Paese più giusto

Contenuto

L'esperto risponde

pagina 2 di 3
pagine:  1 2  3
  • Dopo aver pagato attraverso il sito internet sarà inviata una ricevuta di pagamento?

    Sì. La ricevuta, se richiesta, verrà inviata tramite posta all’indirizzo indicato al momento del pagamento.

  • E’ stato notificato un avviso d’intimazione. Di cosa si tratta?

    Si tratta di un documento emesso a fronte di somme non saldate quando è passato almeno un anno dalla notifica di una cartella o altro avviso. Tale comunicazione generalmente preannuncia l’imminente attivazione di un’azione esecutiva (es. pignoramento). Dalla data di notifica dell’avviso il contribuente dispone di  5 giorni di tempo per effettuare il pagamento di quanto dovuto

  • Si è ricevuta una cartella di pagamento/avviso per somme che si ritiene di aver già pagato in precedenza. Cosa bisogna fare?

    In base alla direttiva del 6 maggio 2010, se il contribuente ritiene non dovuto l’importo richiesto dall'ente creditore, può presentare domanda di sospensione della riscossione direttamente all’Agente della riscossione, attraverso un’autodichiarazione supportata da documentazione giustificativa. Tale procedura è possibile solo nel caso di:

    • pagamento effettuato prima della formazione del ruolo;
    • provvedimento di sgravio o di sospensione emesso dall’ente creditore;    
    • sospensione giudiziale o sentenza favorevole dell’Autorità giudiziaria (emesse in giudizio al quale l’Agente della riscossione non ha preso parte).

    Nei casi sopra riportati e per i soli tributi indicati nei relativi provvedimenti, l’attività di riscossione e le procedure esecutive saranno sospese. Entro i successivi 10 giorni, sarà l’Agente della riscossione ad attivarsi nei confronti dell’ente creditore per la verifica della documentazione consegnata dal contribuente.

  • Si è ricevuto un preavviso di fermo di bene mobile registrato (fermo amministrativo). Di cosa si tratta?

    E’ un documento emesso a fronte di cartelle o avvisi precedentemente notificati e ancora non pagati alla data di stampa del medesimo. In caso di mancato pagamento nei successivi venti giorni dalla data di ricevimento, l’Agente della riscossione procede all’iscrizione di un fermo amministrativo sul veicolo a motore di proprietà del contribuente.

  • Com’è possibile cancellare il fermo amministrativo?

    Per la cancellazione del fermo amministrativo occorre presentare al P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico) il provvedimento di revoca (liberatoria) che l’Agente della riscossione rilascerà all’atto del pagamento integrale del debito unitamente alla quietanza di pagamento e all'originale del certificato di proprietà.

pagina 2 di 3
pagine:  1 2  3