Equitalia

Sommario


Area riservata

Per un Paese più giusto

Contenuto

Compensazioni con crediti verso la pubblica amministrazione

 

Il cittadino ha la possibilità di pagare i debiti tributari, previdenziali e assistenziali oggetto di cartelle utilizzando eventuali crediti commerciali maturati per lavori eseguiti nei confronti delle pubbliche amministrazioni.

Con una specifica certificazione di questi crediti il contribuente può recarsi presso gli sportelli Equitalia e ricevere tutta l’assistenza e le informazioni necessarie.

Condizioni

La Legge (DL n. 78/2010, convertito con modificazioni dalla Legge n. 122/2010) prevede la compensazione tra::

  • crediti certificati non prescritti, certi, liquidi ed esigibili verso lo Stato, Regioni e province autonome, enti locali, enti del Servizio Sanitario Nazionale per aver effettuato somministrazioni, forniture e appalti;
  • debiti tributari (dello Stato, delle Regioni e degli enti locali), previdenziali e assistenziali oggetto di cartelle di pagamento di Equitalia, di accertamento esecutivo dell’Agenzia delle Entrate e di avviso di addebito dell’Inps, notificate entro il 30 settembre 2013;

Per certificare il proprio credito vantato verso la pubblica amministrazione il contribuente deve accedere alla piattaforma informatica del Ministero dell’Economia e delle Finanze - Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato all’indirizzo internet http://certificazionecrediti.mef.gov.it/CertificazioneCredito/home.xhtml.

Una volta ottenuta la certificazione andrà presentata agli sportelli di Equitalia in forma cartacea o riportando il numero di certificazione e il codice di controllo rilasciato dalla piattaforma informatica, indicando, nel caso in cui il pagamento riguardi solo una parte dei debiti iscritti a ruolo scaduti o in scadenza, quelli che si intendono estinguere.

Equitalia verificherà la conformità della certificazione per poi procedere, in caso positivo, alla compensazione, rilasciando l’attestazione di pagamento.